Vuoi contribuire alla mission del Movimento Per la Vita Italiano, lavorare in team competenti e innovativi, collaborare con il Centri di Aiuto alla Vita di Roma, promuovere le nostre iniziative, organizzare eventi ed attività e vivere un’esperienza altamente professionalizzante di 1 anno?

È aperto il Bando per il Servizio Civile 2022: cerchiamo 4 volontari/e pieni/e di energia e Vita!

Come partecipare?

Clicca qui > Bando Servizio Civile

FAQ – PROGETTO “VIVERE E FAR VIVERE”

1. DOVE TROVO IL PROGETTO COMPLETO?

Il progetto completo può essere visualizzato al seguente link: SCHEDA-SINTETICA-vivere-e-far-vivere.pdf (https://www.salesianiperilsociale.it/servizio-civile/)

2. CHI PUO' PARTECIPARE?

Possono presentare domanda i giovani senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto i 18 e non superato i 28 anni di età (28 anni e 364 giorni). Per info dettagliate, requisiti ed incompatibilità: https://www.scelgoilserviziocivile.gov.it/faq-home/

3. COME POSSO PRESENTARE LA DOMANDA?

I giovani potranno presentare domanda esclusivamente on-line, collegandosi alla piattaforma DOL, sul sito https://domandaonline.serviziocivile.it

L’accesso alla piattaforma per i cittadini italiani residenti in Italia o all’estero deve avvenire esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. È importante, quindi, che tutti i giovani interessati al Servizio Civile Universale attivino subito la propria identità digitale. Tutte le informazioni necessarie per una corretta presentazione della domanda, potranno essere consultabili anche sul sito www.serviziocivile.gov.it.

4. QUANTI SONO I POSTI DISPONIBILI?

I posti disponibili sono 4. Ai sensi del bando, la selezione di numero 1 operatore volontario si baserà sul criterio de “giovane con minori opportunità” e quindi, nello specifico, con difficoltà economiche.

5. QUANTO DURA IL SERVIZIO CIVILE? QUALI SONO LE MODALITA'?

Il progetto ha una durata di 12 mesi, presumibilmente a partire dal mese di maggio 2022. L’articolazione delle ore sarà flessibile, da un minimo di 20 ore ad un massimo di 30 ore settimanali. Previste, come da progetto, attività di formazione e servizio anche in alcuni week end durante l’anno. Di norma la sede operativa è presso la sede nazionale del Movimento per la Vita Italiano, Lungotevere dei Vallati 2 – Roma, ma sarà espletato servizio presso i CAV della città di Roma della rete.

6. QUALI SONO LE ATTIVITA' CHE VERRANNO SVOLTE DAGLI OPERATORI DEL SERVIZIO CIVILE?

Il ruolo previsto dagli operatori volontari del progetto costituisce una parte integrante del progetto “Vivere è far vivere”. A loro viene richiesta una costante presenza educativa in quasi tutte le attività previste dal progetto. Saranno affiancati da professionisti, esperti ed educatori del settore.

In particolare verrà loro affidata:

  • presenza educativa ai vari eventi e momenti della vita associativa
  • presenza educativa e affiancamento agli educatori e formatori nelle attività dei gruppi strutturati
  • presenza educativa nelle attività dei gruppi informali
  • mappatura delle offerte socio assistenziali del territorio
  • servizi di accompagnamento e di assistenza dei minori e delle donne che afferiscono ai CAV di Roma
  • mappatura delle offerte formative dell’Associazione e gestione della Biblioteca del MPVI
  • organizzazione di momenti ricreativi
  • organizzazione di laboratori ed eventi formativi
  • supporto all’area Social e Comunicazione del MPVI

Nello specifico il loro ruolo sarà:

  • Collaborare attivamente con l’Equipe del MPVI per la realizzazione degli appuntamenti previsti attraverso la gestione dell’agenda, ma, soprattutto, si occuperà dell’informazione e della sensibilizzazione relative alle tematiche trattate nei percorsi rivolti ai giovani e alle donne. Inoltre grazie ai volontari si organizzeranno più incontri recuperando le opportunità formative che la crisi pandemica da Covid 19 ha bloccato nel periodo 2020/2021;
  • Presentare la mission del MPVI e sensibilizzare i giovani, ottimizzando la comunicazione tra il MPVI e i giovani stessi, attraverso i canali social, sito istituzionale, Si alla Vita in coordinamento con i Responsabili della Comunicazione;
  • Partecipare attivamente all’organizzazione della Giornata per la Vita (o altre iniziative), che si svolge ogni anno la prima domenica di febbraio, aiutando a renderla anche un momento di incontro e di coinvolgimento con i giovani facenti parte dei gruppi parrocchiali delle chiese che vi aderiscono;
  • Coadiuvare, grazie anche alla rete di associazioni dei Centri di Aiuto alla Vita di Roma e il Movit Roma e Viterbo, incontro tra i Partner e i giovani volontari delle altre associazioni con l’obiettivo di organizzazione eventi specifici;
  • Promuovere corsi di accompagnamento alla nascita e post-partum proposti dai CAV di Roma attraverso la distribuzione delle locandine e brochure nei luoghi solitamente frequentati dalle neomamme;
  • Creazione dei promemoria da consegnare alle partecipanti dei corsi, quale reminder per l’appuntamento successivo. Nel caso fosse richiesto, si occuperà anche di ricordare l’appuntamento telefonicamente, messaggi WhatsApp o similari;
  • Creare, insieme alle figure professionali di riferimento (ostetrica, psicologa, pediatra) il calendario dei diversi corsi e laboratori, che poi si occuperà di promuovere;
  • Supportare l’implementazione del Servizio SOS Vita dedicato alle utenti in collaborazione con i Referenti del Servizio;
  • Supportare l’utilizzo del gestionale Archivio CAV 3 per la raccolta dati a scopi statistici e di ricerca;
  • Collaborare alla comunicazione online e offline, rassegna stampa e sensibilizzazione nelle scuole e nelle università in coordinamento con i Referenti della Comunicazione;
  • Supportare l’Equipe Nazionale Giovani del MPVI;
  • Collaborare con i volontari del MPVI e CAV di Roma per strutturare i percorsi dedicati ai volontari e alle utenti, a seconda delle esigenze che emergeranno dalle assistite, partecipando alla creazione di un momento di auto-mutuo-aiuto e di creazione di legami autentici e di scambio culturale tra donne di diverse nazionalità, proponendo anche momenti di libera espressione artistica.
  • Organizzare e gestire l’agenda e le iscrizioni delle donne al corso di italiano o similari;
  • Accompagnare le donne nei magazzini in cui le volontarie preparano i vestitini per i bambini e preparare insieme a loro quanto necessario. Saranno potenziati i punti di distribuzione dei CAV proprio per gli effetti della crisi da Covid19. Sarà quindi ancora più prezioso l’apporto dei volontari anche per predisporre quanto è necessario per la mamma e il bambino durante i suoi primi giorni di vita e preparare le c.d. Baby Box, ovvero coinvolgere in attività ludiche i figli quando le madri sono impegnate nei colloqui con le operatrici dei CAV di Roma.

7. NEL CASO DI RICHIESTA INFORMAZIONI E/O DIFFICOLTA', A CHI MI POSSO RIVOLGERE?

Si può contattare direttamente la sede centrale del Movimento Per la Vita Italiano nella figura del responsabile del procedimento Sig. Leo Pergamo.

Si può contattare il Responsabile:

ORARI DI RICEVIMENTO

Lunedì 9.00 – 13.00
Martedì 14.00 – 16.30
Mercoledì 9.00 – 13.00
Giovedì 14.00 – 16.30
Venerdì 9.00 – 13.00