“Noi non li dimentichiamo”: Conferenza Stampa sul riconoscimento della capacità giuridica di ogni essere umano dal concepimento

0
365

Si è svolta oggi la Conferenza Stampa al Senato, a trent’anni dalla ratifica della Convenzione sui diritti dell’infanzia, in cui è stato presentato il disegno di legge sul riconoscimento della capacità giuridica di ogni essere umano sin dal concepimento.

La Conferenza, organizzata e introdotta dalla Senatrice Paola Binetti prima firmataria della proposta, ha visto gli interventi della Prof.sa Marina Casini, Presidente del MPVI, della Senatrice Erica Rivolta, del Prof. Filippo Vari, vice presidente del Centro Studi Livatino, dell’On. Lorenzo Cesa, ed è stata moderata dal Dott. Angelo Picariello, giornalista di Avvenire. Un momento ricco di valori e di contenuti, tutti volti alla tutela del più fragile degli esseri umani, il bambino concepito. L’evento ha visto il anche il sentito ricordo di Carlo Casini che “ha speso una vita intera nella affermazione dei diritti del concepito”, come ha rievocato l’On. Cesa.

“Il bambino concepito –ha sottolineato la Presidente MPVI, Marina Casini- non lo chiamerei un feto, un embrione o un grumo di cellule: si tratta di un essere umano con pienezza di diritti. La nascita è solo una tappa della nostra esistenza mentre il concepimento è il nostro big bang”. La Senatrice Rivolta ha poi ribadito questo punto, sottolineando come “una delle grandi sfide è trovare strumenti validi per rinforzare la persona”, individuando un percorso condiviso per “ricostruire la forza della famiglia, partendo dal singolo”.

La Sen. Binetti ha concluso l’incontro sottolineando come il riconoscimento della dignità umana e quindi del concepito, sia “un bisogno della società e un impegno della classe politica” e ha affermato il proprio impegno, declinando il titolo della conferenza in un “non li dimenticheremo” corale.
Un impegno che è per tutti perché, come ha ricordato il Prof. Vari “abbiamo il compito di mantenere accesa la speranza”.

Roma, 18 novembre 2021