Chi siamo

Cos’è il Movimento per la vita

Il Movimento per la Vita Italiano (MPV) è la Federazione degli oltre cinquecento movimenti locali, Centri e servizi di aiuto alla vita e Case di accoglienza attualmente esistenti in Italia. Si propone di promuovere e di difendere il diritto alla vita e la dignità di ogni uomo, dal concepimento alla morte naturale, favorendo una cultura dell’accoglienza nei confronti dei più deboli ed indifesi e, prima di tutti, il bambino concepito e non ancora nato. I Centri di Aiuto alla Vita (CAV) costituiscono le sedi operative del Movimento per la Vita Italiano, rispondendo in modo concreto alle necessità delle donne che vivono una gravidanza difficile o inattesa. Il Movimento ha sedi locali in tutto il territorio nazionale ed è articolato in 19 Federazioni regionali. Il Presidente Nazionale del MPV, eletto per il triennio 2015-2018, è  l’on. Gian Luigi Gigli.

In base allo statuto, recentemente modificato, gli organi associativi del Movimento per la vita sono: l’assemblea, formata dai presidenti di tutte le realtà federate; il Consiglio Direttivo; la Giunta esecutiva, composta dal presidente (Gian Luigi Gigli), dai vicepresidenti (Pino Morandini, vicepresidente vicario, Roberto Bennati, Marina Casini, Giuseppe Grande, Bruna Rigoni Pozza), dalla segretaria generale (Paola Musso), dal tesoriere (Remo Cavicchini), da Tony Ernesto Persico e Alberto Tibaudi.

Il Movimento è articolato in 20 Federazioni regionali.

Presso la sede nazionale sono operativi un Comitato scientifico, un’Area comunicazione, la Fondazione Vita Nova, la Coop. G. La Pira, il Centro di documentazione e solidarietà

Il Consiglio Direttivo

Il Consiglio direttivo è costituito dai membri eletti, dai presidente delle federazioni regionali e dai responsabili degli uffici.

I membri eletti per il triennio 2015-2018 sono: ALIMENTI MARCO, ANZANI GIUSEPPE, BOERO WALTER, CASINI MARINA, CINQUEPALMI ROSSELLA, COLUCCIA FRANCESCO, DELLAGIULIA PIERGIORGIO, DIEGOLI ANTONELLA, DI UBALDO M.LUISA, GASPARRINI ANITA, GIGLI GIAN LUIGI, GORI GIOVANNI, GRANDE GIUSEPPE, LEONE M.STELLA, MANCINI PAOLA, MORANDINI PINO, MOZZANEGA BRUNO, MUSSO TANASINI PAOLA, PERSICO T.ERNESTO, RANALLO M.LUISA, RAO CASSARA’ ROSA, SOLDERA GINO, SPANO NADIA, TUMBIOLO MARCO.

I probiviri eletti sono: FAILLACI MARCO, PETRILLI EMANUELE, VITALE FRANCO. Supplenti: BONGIOVANNI ARTURO, GREGORI PAOLO.

Revisori dei conti: TUDECH HENKE MARIOLINA, SALA FABRIZIO, SCOZZARI GIACOMO. Supplenti: GUIDO VITO.

Area Comunicazione

Un’apposita struttura coordina e gestisce tutte le attività comunicative del Movimento per la vita nella sua opera di diffusione di una cultura e di una politica per la vita e di animazione del “popolo della vita”.

Oltre alla normale attività di ufficio stampa, l’area comunicazione si occupa del mensile Siallavita, a cui il Movimento sollecita l’abbonamento come indispensabile mezzo di conoscenza e aggiornamento delle tematiche legate all’impegno per la vita, ma anche come segno d’amicizia tra tutti coloro che intendono sostenere il lavoro per la vita in Italia.

Il mensile si affianca all’azione svolta da questo sito quotidianamente aggiornato per informare e formare, alla newsletter Trentadue ed alla Pagina vita pubblicata mensilmente dal quotidiano Avvenire per la quale è previsto un apposito abbonamento a quel solo numero nel mese.

Centro documentazione e solidarietà

Produce e diffonde materiale multimediale (pubblicazioni, videocassette, Dvd) che illustra sotto il profilo scientifico lo sviluppo della vita umana dal concepimento alla nascita. È un servizio alla vita e di “alfabetizzazione biologica”, di cui usufruiscono scuole, associazioni, parrocchie, ASL e tutti coloro che s’impegnano nell’ambito dell’educazione alla vita.

LOGHI MOVIMENTO
LOGHI CENTRO DI AIUTO ALLA VITA
LOGHI MOVIMENTO E CENTRO DI AIUTO ALLA VITA
LOGHI SOS VITA

110mila sono i bambini aiutati a nascere dalla fondazione del primo Centro di aiuto alla vita che è avvenuta a Firenze nel 1975 a tutto il 2008. Centinaia di migliaia sono state le donne accolte, assistite, ascoltate, aiutate.

Il numero dei Centri e dei Servizi di aiuto alla vita (315 in tutta Italia) è già un dato di per sé importante, ma assai più eloquente è quello che i Cav e i Sav fanno con il loro impegno di solidarietà e di condivisione. Più delle operatrici dei Centri, sono quei bambini e le loro mamme (ogni anno 60mila donne vengono assistite in vario modo, di esse almeno la metà sono gestanti) che potrebbero raccontare storie drammatiche – quasi tutte, però, a lieto fine – di speranze perdute e ritrovate, di fiducia smarrita e restituita.

E nessuna mamma ha mai rimpianto la scelta fatta di tenersi il proprio bambino.

Invece diverse donne che avevano abortito, sono spesso diventate entusiaste operatrici dei Cav. Anche molte donne che hanno fatto ricorso all’aborto sono state accolte e aiutate anche psicologicamente a superare le loro difficoltà.

Per effettuare una donazione:
versamento al Movimento per la Vita Italiano LungoTevere dei Vallati 2, 00186 Roma sul conto corrente postale 74835000 o sul conto corrente bancario presso la FINECO (cod. IBAN IT61J0301503200000004106218) specificando nella causale:

Donazione liberale oppure Offerta.

Importante: conservando la ricevuta, si potrà detrarre l’importo versato dalla dichiarazione dei redditi del prossimo anno (fino ad un importo massimo per anno di € 2065.83), in quanto il Movimento per la Vita Italiano è riconosciuto come Associazione di Promozione Sociale con decreto 140/II/2005 ai sensi della L. 383/2000 art. 22.

NB:
Le quote federali associative non possono far cumulo.