Con la stampa di nove cartoline è stata inaugurata la nuova campagna pubblicitaria del Movimento per la Vita Italiano. Queste le frasi che le distinguono.

1. FELICE DI ESSERE NATO
2. IL RICONOSCIMENTO DELLA DIGNITÀ INERENTE AD OGNI MEMBRO DELLA FAMIGLIA UMANA COSTITUISCE IL FONDAMENTO DELLA LIBERTÀ, DELLA GIUSTIZIA E DELLA PACE (Dichiarazione Universale dei Diritti dell’uomo)
3. È UNO DI  NOI
4. IL FANCIULLO HA DIRITTO A UNA PROTEZIONE LEGALE SIA PRIMA CHE DOPO LA NASCITA (Convenzione internazionale sui diritti del fanciullo)
5. È IL PIÙ POVERO DEI POVERI (Madre Teresa di Calcutta)
6. È UN ESSERE UMANO A PIENO TITOLO (Comitato Nazionale per la Bioetica)
7. È L’ESSERE UMANO NELLA FASE PIÙ GIOVANE DELLA SUA ESISTENZA (Jerome Lejeune, genetista)
8. È UN SOGGETTO (Legge 40/2004)
9. LE DIFFICOLTÀ DELLA GRAVIDANZA NON SI SUPERANO SOPPRIMENDO LA VITA MA SUPERANDO INSIEME LE DIFFICOLTÀ
Sul retro le cartoline hanno una spiegazione di cosa è e cosa fa il Movimento per la Vita Italiano.
“Il Movimento per la Vita Italiano è la Federazione degli oltre seicento movimenti locali, Centri e Servizi di aiuto alla Vita e Case di accoglienza esistenti in Italia. Promuove e difende il diritto alla vita e la dignità di ogni uomo, dal concepimento alla morte naturale, favorendo una cultura  dell’accoglienza nei confronti dei più deboli ed indifesi e, prima di tutti, il bambino concepito e non ancora nato.
I Centri di Aiuti alla Vita rispondono in modo concreto alle necessità delle donne che vivono una gravidanza difficile o inattesa.
Dal 1975 sono stati circa 200 mila i bambini aiutati a nascere dai volontari dei CAV. Centinaia di migliaia sono state le donne accolte, assistite, ascoltate, aiutate, che potrebbero raccontare storie di speranze perdute e ritrovate, di fiducia smarrita e restituita.
E nessuna mamma ha mai rimpianto la scelta fatta di accogliere il proprio bambino!”

Nell’ottica di voler rendere un servizio ai nostri volontari abbiamo pensato che queste cartoline fossero liberamente scaricabili, in modo tale da poter fornire un ulteriore strumento di forza ai nostri centri.