Il Centro Aiuto alla Vita a Piccoli Passi Possibili (Chiara Corbella) di Sant’Arcangelo nasce ufficialmente il 16/6/2017. Per noi è una data speciale, è una grande Dioincidenza perché è la data della nascita al cielo di Chiara Corbella a cui il nostro Cav è intitolato.

La nostra associazione opera ai fini solidaristici e si occupa di problemi connessi alle maternità difficili per diversi aspetti, allo scopo di valorizzare al valore inviolabile della vita e alla sua difesa sin dal concepimento senza eccezione alcuna. Nasce dalla volontà e dall’impegno di un gruppo di amici che crede nella vita come il bene più prezioso donatoci. Aiutiamo in modo concreto queste donne, sostenendo le madri prive di mezzi sprovvisti delle loro capacità necessarie a fornire le cure necessarie per i propri figli al fine di prevenire il ricorso all’aborto. Offriamo gratuitamente colloquio, ascolto, accoglienza, assistenza medico, sociale, legale, psicologica. Apriamo sempre la porta ad ogni tipo di dolore  di dramma, di bisogno nel pieno rispetto dei principi di uguaglianza, imparzialità e Amore e non operiamo alcuna distinzione riguardanti lingua, religione o razza. L’attività si svolge prevalentemente presso la ns sede che è collocata nella parrocchia San Giuseppe operaio in San Brancato, ma anche eventualmente domicilio o presso enti pubblici con i quali esiste una convenzione e un rapporto di collaborazione. Le nostre collaborazioni comprendono professionisti e specialisti medici, avvocati, psicologi, educatori, strutture sanitarie, case famiglie, collaborazione con altre associazioni di volontariato, servizi sociali, consultori, la parrocchia e il comune. L’anonimato è sempre garantito per tutti i nostri colloqui.

Il nostro Cav inoltre essendo inserito nell’albo del Centro Aiuto alla Vita nazionale, prevede la possibilità di adesione al “progetto Gemma” che è un servizio di adozione prenatale e a distanza per le coppie o madri in difficoltà per tentate di incoraggiare ad accogliere il proprio bambino, aiutarle e sostenerle. Con questo piccolo sostegno economico, che non è determinato da noi ma dal nazionale, che però le può consentire di portare a termine con maggiore serenità il periodo di gestazione, accompagnandoli per il primo anno di vita del bambino.

Inoltre siamo in collaborazione con la fondazione il cuore in una goccia, del professor Giuseppe Noia direttore dell’UOC Hospice Perinatale, centro cure palliative del Policlinico Gemelli di Roma, e con lui offriamo una proposta alternativa all’interruzione di gravidanza nel momento in cui al bambino viene diagnosticato un incompatibilità con la vita.Ciò avviene attraverso l’accoglienza alla vita del bambino, le cure, la palliazione e l’accompagnamento, sul modello dell’ Hospice perinatale detta anche COMFORT CARE.

In più da Sabato 10 marzo scorso si è aperto ufficialmente lo SPORTELLO DI ACCOGLIENZA PER LE MATERNITÀ DIFFICILI della Fondazione il Cuore in una Goccia e del suo presidente, il professore Giuseppe Noia, in collaborazione con il Cav Piccoli Passi Possibili, con il Dottor Vito Aicale e il Dottor Nicola Carlucci, ginecologi presso l’ospedale di Matera, Madonna delle Grazie. Lo sportello di accoglienza rappresenta l’anello di congiunzione tra il territorio e la fondazione e l’Hospice Perinentale. Lo sportello vuole essere un riferimento che attraverso la conoscenza del territorio e delle varie situazioni possa diventare un contatto diretto tra persone, medici e soluzioni alle problematiche intervenute nel corso della gravidanza.

Ci poniamo come obiettivo di dare risposte scientificamente rigorose e profondamente umane, nei casi in cui la diagnosi prenatale risulti infausta  ed  in un tracciato che è qnd pieno di preoccupazioni e angosce, attraverso lo sportello, diamo assistenza medica, accoglienza e accompagnamento.

Il lavoro dello sportello è incentrato sul concetto di accoglienza che assume le sembianze di un abbraccio umano e amorevole in una dimensione, quella umana e affettiva, spesso mancante nelle consulenze mediche relative a gravidanze patologiche e fortemente reclamato dalle famiglie. Vogliamo così provare a dare una nuova proposta alternativa e favorire così la diffusione delle informazioni e dei valori orientati alla tutela della vita nascente e accoglienza del bambino, terapie e accompagnamento secondo la base dell’Hospice Perinatale e sostenendo le famiglie in tutto il loro percorso. Insieme con la fondazione il cuore in una goccia, vogliamo intraprendere questo progetto di creazione di una rete, la cui finalità è di non lasciare soli, quelle famiglie che si trovano dinanzi a una diagnosi prenatale infausta aiutandola, attraverso un programma medico-umano, ad affrontare così con scientificità e umanità tutte le delicati fasi della gravidanza e poi del parto,e l’accompagnamento successivo.

 

Se sei in difficoltà perché hai appena saputo di essere incinta.
Se sei in difficoltà per qualsiasi motivo legato alla gravidanza.
Se ti è stata diagnosticato una difficoltà per la tua gravidanza.
Se ti è stato detto che tuo figlio è incompatibile con la vita.
ANCHE SOLO PER ESSERE ASCOLTATA.
Ti preghiamo di non cadere nella disperazione, ma fermati e sentiti libera di contattarci, saremo a tua completa disposizione, pronte ad ascoltarti a trovare insieme una possibile soluzione grazie ai nostri contatti.
Vogliamo fare insieme a te il piccolo passo possibile per la vita.
Fidati di noi ti vogliamo e ti possiamo aiutare.