BIOTESTAMENTO: DIFESA DELLA VITA E CURA DEI POVERI, INSCINDIBILI SERVIZI ALL’UOMO

0
182
Roma, 22 GEN – “Il Movimento per la Vita Italiano raccoglie e rilancia l’invito rivolto dal Presidente della CEI ai cattolici in politica ad aver cura dei poveri e della difesa della vita, come due facce della stessa medaglia, due campi inscindibili nel servizio all’uomo. Tutti i volontari del MpVI e delle sue opere sociali rinnovano il proprio impegno per la liberazione della donna e dell’uomo dalla schiavitù del commercio del corpo umano, dal dominio della tecnoscienza, dalla mentalità nichilista e consumista che domina nella società. La vita, ogni vita e soprattutto quella degli esseri umani in condizioni di maggiore fragilità,‘non si uccide, non si compra, non si sfrutta non si odia‘”. Lo dichiara il deputato ‘DeS-Cd’ Gian Luigi Gigli, Presidente del Movimento per la Vita Italiano.
“Il MpVI ringrazia il Card. Bassetti – sottolinea Gigli – anche per l’appello a salvaguardare l’obiezione di coscienza dei medici e a non indulgere alla cultura dello scarto nelle scelte di fine vita, appello che indica la necessità di correggere la legge sul biotestamento, un compito ineludibile per i cattolici che saranno eletti nella prossima Legislatura, un dovere a cui troppi parlamentari cattolici di questa legislatura sono invece venuti meno”.