Noi Famiglia&Vita, supplemento mensile di Avvenire – Settembre 2017

“Lʼumanesimo Cav riparte da Milano” di Andrea Taddeo

Sarà Milano ad ospitare la 37esima edizione dei convegno dei Cav, dal titolo ‘I Centri di Aiuto alla Vita, vivai di nuovo umanesimo’. Appuntamento dal 10 al 12 novembre all’Hotel & Centro Congressi Leonardo da Vinci. Il titolo segnala la necessità di consolidare e diffondere la tutela e la promozione del diritto alla vita, non solo e non tanto come proclamazione di principio, ma come testimonianza contagiosa di un modo diverso di accogliere se stessi e gli altri per il proprio valore assoluto ed inviolabile, dal primo istante del concepimento fino al termine naturale dell’esistenza, Quello che dalla nostra origine, fin dal primo Cav fondato a Firenze nel 1975, è sempre avvenuto nella relazione di accoglienza di una madre e del suo bambino, ove possibile anche del padre, è questa apertura alla vita per imparare insieme ad essere donne e uomini del nostro tempo. Dall’esperienza consolidata dei nostri Cav nasce la consapevolezza delle responsabilità, che ogni associazione aderente al Movimento per la Vita Italiano possa essere ancora un vivaio di nuovo umanesimo. La lettura magistrale che aprirà il Convegno nel pomeriggio del venerdì avrà a tema ‘Dove la disumanità avanza noi testimoniamo ricostruendo l’umano’. Seguiranno due approfondimenti tematici, riguardanti da una parte ‘La proposta ai giovani del volontariato per la vita’, con particolare riferimento al nuovo servizio civile e all’alternanza scuola-lavoro, come opportunità di coinvolgimento e formazione delle giovani generazioni, dall’altra ‘L’approccio nell’emergenza: paradigma della ricostruzione dell’umano’, con riferimento alle esperienze di aiuto alla gravidanza condotte da nostri operatori in occasione degli eventi sismici dell’Emilia e del Centro Italia. La giornata del sabato vedrà alternarsi momenti di lavoro in sessione plenaria e in gruppi per l’approfondimento e il confronto. Al mattino l’attenzione verrà posta su due questioni di particolare rilevanza: la prima riferita al soggetto ‘operatore’ affronterà la domanda ‘Abbiamo in mente tutti lo stesso servizio? Come sta cambiando il profilo del volontario’ e la seconda riferita al soggetto ‘utente’ affronterà la domanda: ‘Chi bussa a casa nostra? Mutamenti in atto nella utenza dei Cav’. Al pomeriggio lo sguardo sarà rivolto al tema ‘Un cantiere aperto: le trasformazioni del modello Cav’, con riferimento alle modalità operative che la nostra attività può assumere anche in relazione a nuovi compiti e sinergie con altre agenzie, e allo strategico tema ‘Comunicare il messaggio: annodare la rete tra di noi e con gli altri’, per imparare non solo a veicolare il nostro specifico messaggio, ma a lavorare in rete sia al nostro interno sia nelle relazioni sociali ed istituzionali più ampie.
In considerazione dei nuovi strumenti di comunicazione che il MpV ha predisposto a servizio dei Cav (una ‘grafica’ rinnovata per rendere visibile l’unità; il nuovo sito www.mpv.org; l’agenzia Vitanews, www.vitanews. org ewww.siallavitaweb.it), sono previste anche brevi sessioni dimostrative da ripetere durante tutto il tempo dei gruppi di lavoro, per dare al maggior numero di volontari la possibilità di imparare ad usarli. Infine il lavoro assembleare della domenica, dopo una breve esposizione di alcuni progetti innovativi sperimentati dai Cav e i ‘reports’ di quanto emerso dai gruppi di lavoro, sarà scandito da una riflessione su ‘L’impegno verso i migranti per riappassionare la Chiesa alla difesa della vita’ e dalla relazione conclusiva da parte del presidente nazionale, Gian Luigi Gigli, dal titolo ‘Mille Cav in Movimento: vivai di nuovo umanesimo’.
Ad arricchire l’intensità di questa esperienza, che ogni anno si rinnova, contribuiranno certamente anche gli esiti di due importanti appuntamenti, che si svolgeranno in contemporanea dal pomeriggio di giovedì 9 alla mattina di venerdì 10 novembre 2017, quindi prima e nella stessa sede del Convegno Cav: il Convegno delle Case di Accoglienza e il Seminario per operatori Sos Vita. Il Convegno delle Case di Accoglienza metterà a tema nella prima giornata ‘Ruolo delle Case di accoglienza per le richiedenti asilo’ e ‘Compiti e ruoli delle Case di accoglienza in base alle diverse tipologie’.
Il Seminario per operatori Sos Vita (www.sosvita.it) affronterà nella prima giornata i temi ‘Essere parte del tutto: il tessuto che ci unisce’, guardando alla relazione all’interno di una squadra con motivazioni e obiettivi comuni, e ‘Sul tessuto si costruisce la comunicazione’, cercando di rendere la comunicazione patrimonio comune nella squadra; nella seconda giornata ‘Il dialogo tra le parti’, considerando la comunicazione come capacità di dialogo, e ‘La comunicazione nella relazione d’aiuto’, sottolineando i caratteri essenziali della reciprocità, empatia e fiducia.